IL MITO DI TESIO, Franco Varola, Ed. Equitare

Il mito di Tesio

Federico Tesio (1869-1954) è ancor oggi considerato, in ogni parte del mondo, il più grande allevatore di cavalli purosangue mai vissuto. Sui prati del suo allevamento di Dormello nacquero campioni del calibro di Michelangelo, Cavaliere d’Arpino, Nearco, Niccolò dell’Arca, Tenerani, Botticelli e Ribot che non hanno fatto soltanto la storia dell’ippica italiana, ma che ancor oggi sono determinanti nei pedigree dei migliori cavalli di ogni parte del mondo.
Franco Varola ha seguito il lavoro di Federico Tesio fin dagli anni Trenta e dal suo posto di osservazione privilegiato ha ottenuto una straordinaria conoscenza dei cavalli di Tesio e dei loro contemporanei.
In questo libro, che per la prima volta fu pubblicato in Inghilterra nel trentesimo anniversario della morte di Federico Tesio, l’autore esamina il mito di Tesio, come è nato e come è diventato così influente sia ai suoi tempi, sia successivamente. Tutto ciò non per rinforzare, difendere o sposare tale mito. Il libro è un’esposizione di fatti e con ciò fa perpetuare la memoria di tutto ciò che ha resogli anni di Tesio un periodo unico nella storia delle corse dei cavalli.
Anche questo libro è unico, scritto da una delle massime autorità fra gli studiosi di ippica e il cui vasto background internazionale lo ha fatto accostare alla storia di Tesio da un insolita angolazione rafforzata dalla stretta conoscenza dell’uomo e dei suoi metodi.
Il volume, alla sua prima edizione italiana, ha consociuto grande fortuna in ogni paese del mondo ed è stato tradotto in oltre venti lingue.
RECENSIONE:
Uno stile eccelso per un argomento così famoso e tanto difficile da narrare. In un momento in cui l’ippica fa i conti con una crisi che sembra infinita, leggere e scoprire la vita di un uomo geniale e coraggioso come Tesio ci riporta indietro nel tempo e ci fa sognare. Franco Varola tratteggia l’esistenza di questo mito dedito all’allevamento e alla creazione di una razza di purosangue tutt’oggi in corsa negli ippodromi italiani. Un uomo che è nato alla fine dell’800 per troneggiare fino alla metà del’ 900 e lasciare un segno indelebile nei purosangue destinati al galoppo. Varola ci presenta i suoi rivali e i grandi compagni che lo hanno accompagnato in questa impresa quasi disumana. Federico si sedeva nel cortile e osservava per ore i suoi cavalli per poi deciderne gli incroci, cosa impossibile da credere oggi nell’era del computer che, spesso,  ci impigrisce la creatività. Agli adetti del settore Varola regala tabelle con i nomi e gli accoppiamenti di ogni cavallo passato dalle scuderie di Dormello, da quelli meno famosi ai grandi Braque, Ribot e Niccolo’ Pisano. Ma soprattutto ci presenta un uomo che nonostante la sua fortuna economica non si è mai regalato una vacanza nè un lusso diverso dallo starsene continuamente a contatto con i cavalli, grazie anche all’appoggio della moglie, sua socia in affari. ” Molto del mito di Tesio ha influito sulla mia vita personale, ma il mio intento nello scrivere questo libro non è apologetico. Mi sono sentito libero di sottolineare i lati positivi, come i negativi, sia di Tesio come uomo, sia dei suoi cavalli, nella convinzione che gli uni e gli altri possano essere istruttivi”.
PER ACQUISTARLO:
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...