UNA DOLOROSA SPERANZA…..

20 settembre 1778

Frusta di seta son le vostre parole che fanno sanguinare il mio cuore con una perigliosa speranza capace di uccidermi. Il vostro sguardo su di me si posa indugiando, leggendomi e spogliandomi dell’alterigia fittizia che ostento per non lasciarmi azzannare. Vi prego, come disperato avvinghiato allo scoglio puntuto in un mare in tempesta, non alimentate il mio affetto per farne divenire passione ardente, non voglio peccare d’infedeltà alla Corona che rispetto, non voglio ferire colui al quale mio malgrado sono dedito, non voglio che la vostra beltà appanni il mio occhio attento e freni il mio passo sicuro che distante da voi ha deciso di portarmi. Tacete, mia regina prediletta, l’emozione che so darvi con l’apparenza di un’uniforme, perché se solo io dovessi discorrere degli abiti vostri che cancellano ogni imperfezione, se imperfezione volete considerare la gioia divina che portate in grembo! No, mia regina, non cadrò nel tranello suadente di Eros dispettoso, non infrangerò il vostro nome perché, lo sapete, mi è sufficiente e mi appaga come nessun abbraccio sa fare, esservi solo servo e confermarvi un’amicizia che in questo mondo tremante voi non troverete mai, né in donna che vi somiglia né in uomo che vi scruta insospettabile. Sarò presente alla vostra dimora prediletta, ascolterò i vostri sublimi discorsi e sorriderò, quando lieve come piuma vi muoverete. Lasciate che questo idillio senza peccato non imbocchi strada ardua, lasciate che la nostra distanza resti tale alimentando ciò che voi, arcana e abile, osate definire amore, mentre io, vile e prudente, non azzardo definire.

Ferito dalla vostra carezza

(Lettera immaginata da Barbara Risoli)

Fersen

Annunci

11 thoughts on “UNA DOLOROSA SPERANZA…..

  1. Complimenti, Barbara… si sente che lui preso dagli scrupoli cerca di resistere all’amore che prova per lei, ma non sarà facile!!!

  2. Devo dire che è stuzzicante questa prospettiva: lei che affonda e lui che si ritrae. Davvero tanto donna e peperina la nostra regina e uomo d’onore Fersen. Chissà chi fece davvero il primo passo tra i due. Voi avete trovato menzione di ciò? Esiste qualcosa che documenti chi fu più ‘audace’ tra i due? Chi diede il nome di amore ad un’attrazione iniziale?

    • Non si sa chi abbia fatto il primo passo…le opinioni sono tantissime e divergenti, non sto qui ad elencartele. Fatto sta che lei fece di tutto per incoraggiarlo, invitandolo ripetutamente al Trianon e cercando di ottenere incarichi di rilievo per lui intercendendo su suo marito, Luigi XVI. Insomma tutte azioni di una donna follemente innamorata che si è esposta più del dovuto…Ingenua! Per questo la amo, ingenua e sincera..E pensare che il popolo l’ha sempre definita “macchinosa”…Mah!!!

  3. Grazie per la risposta! Beh sai era così giovane ed inesperta! Andò sposa ad un ragazzino più spaventato di lei e non erano che pedine in un mondo dominato dalla ‘ragion di stato’. La realtà era molto diversa da quella odierna e la mano destra non sapeva cosa faceva la sinistra. Cresciuta alla corte d’austra e passata a quella francese, Maria Antonietta non conosceva nulla che non fosse il mondo della nobiltà. Il popolo moriva di fame, provato dalle tasse e dalle perdite create dalle guerre e cosa poteva fare dinanzi alle notizie degli sfarzi dei potenti? Anche oggi chi è più in basso critica chi è più in alto senza badare alle ragione dei ‘ricchi’. Erano due sordi, il popolo e la sua giovane regina. Di certo, non ebbe tutte le colpe che i rivoluzionari e certa critica storica vollero attribuirle.

    • Ti sei mai chiesta chi ha procurato le armi al popolo? chi ha fomentato questo odio? Nessun popolo senza mezzi è in grado di fare una rivoluzione…Ma i libri di storia di questo non parlano!Hai presente la corrente del conte d’Artois? quella ha vinto la propria guerra assistendo al massacro dei propri amici..che loro stessi avevano studiato a tavolino..addirittura fuggendo all’estero pochi giorni prima della presa della Bastiglia e tornare poi per essere incoronato…QUESTA E’ LA REALTA’…purtroppo..Antonietta fu vittima dei suoi stessi “familiari”..
      😦

  4. Sono d’accordo con te, Samilla!!! Il potere logora chi non ce l’ha ed a tutti fa comodo trovare un capro espiatorio, uno specchietto per le allodole. I veri passi si fanno tramando in silenzio….e poi la storia la fanno i vincitori no??? e la rivoluzione francese prima ed il Congresso di Vienna poi hanno scritto la storia. Del resto, poi, come diceva Tomasi di Lampedusa, si è cambiato tutto per non cambiare nulla!!!

  5. vero!!!Se poi si pensa a Napoleone..peggiore periodo non è mai esistito..ladro, prepotente e assolutamente “elitario”…questo è quello che ci ha lasciato la Rivoluzione…..

    Un bacio

  6. Grazie…In fin dei conti cosa ci ha lasciato la Rivoluzione????La stupida idea di un popolo più felice..quando invece è arrivato un “Napoleone” che si è addirittura incoronato IMPERATORE…Follia, pura utopia pensare che il popolo abbia un potere..anche oggi..io pago le tasse…e lavoro ma chi è al parlamento cosa fa???Sia destra che sinistra…e la finisco qui..era solo un esempio per farti capire quanto è stolto e infantile credere che il popolo abbia un potere. C’è sempre uno che guida le masse per un proprio scopo!!!

  7. Ahia! Che scambio di idee che leggo solo adesso. Mi vengono un po’ di brividi pensando a ciò che ho scritto nel mio prossimo romanzo. Non è per farmi pubblicità, ma credetemi… le vostre opinioni sono palesi! Scusate, ma davvero m’è venuto un coccolone leggendovi. E se vogliamo dirla tutte, temo l’interdizione dalla Francia… speriamo bene. Tornando a Fersen… io che lo rappresento cercando di immedesimarmi in un anomo maschile, lo immagino proprio titubante pur desideroso e, in anteprima, quando giungerà il momento emergerà uno spirito maschile ben lungi dalla pridente dolcezza sinora espressa.

  8. Non vale ora sono curiosissima!!!! A cosa ti riferisci con ‘quello che ho scritto nel mio nuovo romanzo??? E chi ti caccia dalla Francia, la signora Carlà???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...