AMORE A SENSO UNICO (17° PUNTATA)

andaluso

 

Xavier si era seduto su una balla di fieno mentre Carlos stava pulendo il box per un nuovo cavallo. Se il marchese avesse saputo della sua presenza nelle stalle non avrebbe esitato un attimo nell’inviare uno dei suoi più fidati ceffi per spedirlo altrove. Fortunatamente il conte Moreno lo stava intrattenendo per cercare di mettere in atto quel piano studiato a tavolino nei minimi dettagli. Era andato a Cordova per la solita fiera dei cavalli e si era ritrovato in una situazione più grande di lui. All’età di venti anni non poteva permettersi di aver paura dei propri sentimenti, soprattutto dopo il cattivo esempio di suo zio. Teodoro aveva rinunciato all’amore con la stupida scusa di poter perdere il lavoro e mettere a repentaglio la vita di Juana, ma così non l’aveva comunque condannata ad un’esistenza dolorosa? E, lui quanto tormento aveva dovuto soffrire ogni giorno? A suo modo di vedere sarebbe stato molto più semplice provare a costruire qualcosa insieme anche se avrebbe significato vivere con meno agiatezza ma con più calore umano. No, lui non avrebbe mai commesso lo stesso errore e l’aiuto del conte Moreno, colui che avrebbe potuto essere il suo rivale in amore, era una vera manna dal cielo. Doveva riconoscere che Alma, nonostante la sua giovane età, aveva coraggio da vendere. Proprio come la madre che diciassette anni prima aveva lasciato tutto per seguire suo zio che invece si era eclissato nel nulla. Quella ragazzina gli stava dando una prova d’amore ben più grande di ogni previsione umana. Nel giro di due giorni aveva deciso di abbandonare tutto per andare in un paese sconosciuto solo per stare al suo fianco. Era orgoglioso di aver trovato una compagna così forte e decisa e lui non poteva essere a di meno. Avrebbe continuato il suo lavoro in Francia in fin dei conti il cavallo andaluso era apprezzato in ogni paese. Era così assorto nei suoi pensieri da non sentire i passi di Carlos alle sue spalle.

“Ovunque andrete promettetemi di avere cura di lei”.

L’anziano stalliere lo stava guardando con affetto. Aveva gli occhi lucidi. A stento reggeva il pianto.

“Cosa state dicendo?”

“Sono anni che lavoro alle dipendenze del marchese Ramos e conosco Juana sin da giovane. Vostro zio le ha spezzato il cuore e al momento opportuno non ha avuto il coraggio delle proprie azioni. Voi mi sembrate meno spavaldo e più deciso e mi auguro che amiate Alma con tutto il vostro cuore. E’ una ragazza dolce e caparbia. Non ha mai ricevuto affetto da suo padre e ha sempre visto sua madre vivere in continua tristezza…”

Xavier si era alzato e, senza pensarci, aveva abbracciato quell’uomo dallo sguardo quasi disperato.

“Per stare al suo fianco rinuncerei a qualsiasi cosa. State certo che non farò come mio zio!”

Carlos, allora, aveva sorriso e si era diretto verso il box di Brento.

“Credo che sia meglio controllare lo stallone della señorita. Qualcosa mi dice che presto ne avrà bisogno!”      

Annunci

4 thoughts on “AMORE A SENSO UNICO (17° PUNTATA)

  1. Se deve fuggire il cavallo può servire, ma forse per portarsi dietro qualcosa nel viaggio sarebbe meglio una carrozza!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...