AMORE A SENSO UNICO (13 PUNTATA)

CAMINO

Ora che era a conoscenza del doloroso segreto di Juana gli sembrava di essere ancora più impotente. Pensava e ripensava senza sosta alle parole di Alma; “é caduta in uno stato vegetativo”. Come poteva risollevarla da una tale sofferenza? Eppure, per uno strano scherzo del destino, lui, come lei, sapeva benissimo cosa significasse vivere senza la persona amata al proprio fianco. L’unica, enorme differenza, era che almeno Juana aveva assaporato una fuggevole gioia. Sicuramente ora la pena era maggiore. Perché non è facile rinunciare a qualcuno che ci ha deliziato l’esistenza! Quei pensieri erano accompagnati dal suo andare avanti e indietro nell’enorme salone dove poche ore prima aveva conversato con Alma e Xavier.

“Non riesco a rimanere con le mani in mano mentre attendo la risposta di Luigi XV. E anche se ho quasi la certezza che non rifiuterà la mia richiesta non riesco a sentirmi tranquillo! Dannazione!”

Inavvertitamente con il lembo della sua redingote aveva urtato la coppa di Porto che si era frantumata sul pavimento in legno. Si era quasi impaurito al suono dei vetri in frantumi. Anche se non era stato un gesto voluto si era spaventato di quell’atto violento. Quindi, dopo aver fatto un grande respiro, si era seduto e aveva chiuso gli occhi. La testa gli martellava e aveva il cuore in frantumi proprio come quelle piccole schegge per terra. Fuori iniziava ad imbrunire. Cordova, in lontananza, sembrava una città da sogno. Quel suo misto di architettura moresca e spagnola che lasciava qualsiasi turista a bocca aperta, lo affascinava ogni giorno di più. Era difficile rinunciare a quello spettacolo ma non aveva alternativa e, certo, Versailles non era tanto da meno. Poteva solo considerarsi fortunato di poter entrare nella reggia in qualsiasi momento e poter contare sull’amicizia di uno dei re più potenti del mondo. Avrebbe potuto ricorrere anche a Ferdinando VI ma preferiva non dare troppo nell’occhio. Inoltre il re dopo la morte della moglie, Maria Barbara di Braganza, si era chiuso in se stesso, ed era caduto in uno stato depressivo. E poi dicono che l’amore non ha tanta importanza quanto i titoli nobiliari!

“Devo andare di persona da Luigi XV e spiegargli la situazione. Non posso aspettare un momento di più! Ramón, Ramón presto venite qua!”

Il valletto era arrivato di corsa. Un giovane ragazzo sempre pronto ad obbedire al proprio padrone. Fiero di lavorare alle sue dipendenze perché Ernesto era una persona premurosa ed onesta. Non alzava mai la voce e trattava i suoi servitori al pari dei suoi amici aristocratici. Alloggiavano in stanze decorose ed ampie ma soprattutto mangiavano quello che desideravano. Non erano costretti a cibarsi degli avanzi del loro signore, come erano solite fare le altre famiglie nobili.

“Fai preparare la carrozza che domani, dopo aver informato il marchese Ramos, voglio andare a Parigi e voi, se lo desiderate, potrete venire con me!”

“Señor non avete neppure bisogno di chiedermelo! Vi accompagno ovunque!”

Ernesto si era alzato e aveva guardato la sua cara città. Era troppo tardi per presentarsi dal marchese ma l’indomani non avrebbe tardato a dirigersi alla sua dimora. Non aveva bisogno di inventargli una balla era sufficiente dire che andava in visita a Luigi XV, non avrebbe fatto domande.

“Ramón andate nel mio armadio e prendete qualche vestito per voi. Vi presenterò a corte come mio nipote

Annunci

6 thoughts on “AMORE A SENSO UNICO (13 PUNTATA)

  1. Forse hai ragione, ma lasciarle da sole, sapendo ciò di cui è capace il marito di Juana… boh, io al suo posto non sarei partita tranquilla e poi all’epoca ci saranno voluti un bel po’ di giorni per fare Cordoba/ Parigi e ritorno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...