“AMORE A SENSO UNICO” (6° PUNTATA)

 

Vasi_fiori2_ebay_small“Ma in che razza di guaio mi sono cacciato? Maledizione!”

Ernesto non trovava pace e continuava a guardarsi allo specchio come a voler trovare una risposta che non arrivava. La testa gli scoppiava e si sentiva stanco e spossato. Erano anni che seguiva Juana in silenzio. Sin dalla prima volta che l’aveva vista, ben dieci anni, aveva capito che non sarebbe più stato in grado di amare nessun’altra donna. Il fatto che fosse la moglie di uno degli uomini più potenti di Cordova non gli aveva impedito di continuare a desiderarla. La sua posizione sociale era ben più alta del señor Ramos ma il tempo non aveva giocato a suo favore. Avrebbe dovuto conoscerla molti anni prima. Il suo dolore era così acuto e indelebile che, per porvi rimedio, si era allontanato per cinque lunghi anni dalla Spagna. Con la scusa di seguire degli antichi possedimenti del padre si era recato a Parigi. Aveva anche vissuto, per qualche mese, nella reggia di Versailles. Nonostante le innumerevoli storie con donne avvenenti e disponibili a seguirlo in patria, pur di farsi sposare,  il suo cuore continuava a battere per Juana. Appena tornato a Cordova l’aveva incontrata per strada insieme alla figlia. E, a quel punto, pur di starle vicino aveva deciso di chiedere la mano di Alma. Il marchese Ramos non gli avrebbe mai negato un matrimonio che accresceva la sua posizione sociale. E così era accaduto. Ora, però si sentiva un vero furfante. Non solo perché avrebbe compromesso la felicità di una ragazza ancora inesperta in amore ma anche per aver ingannato se stesso e la madre. Sapeva che Juana non condivideva quell’unione e lo aveva apertamente dimostrato il giorno prima spiando la sua conversazione con il marito. Come poteva biasimarla? Si stava comportando come una buona madre, attenta al futuro dell’unica figlia. Come poteva ora uscire da quello sbaglio? Era entrato in un campo minato dove un solo passo falso poteva affondarlo. E lei lo avrebbe odiato ancora di più e non lo avrebbe mai perdonato per aver “usato” Alma. E se fosse fuggito? Avrebbe infangato il nome della sua famiglia per sempre. Non c’era via d’uscita e lui lo sapeva. A meno che non avesse rivelato tutto. Ma cosa ne avrebbe guadagnato?

“Señor Moreno scusate ma la marchesa Ramos chiede di vedervi!”

Un tuffo al cuore. Si era voltato di scatto verso il maggiordomo per accertarsi di non essersi immaginato tutto. Il ragazzo, fermo sulla porta della camera, attendeva la sua risposta.

“Fatela accomodare nel salone e offritele del tè. Il tempo necessario per vestirmi e sarò subito da lei!”

Perché si era recata a casa sua? Cosa mai era successo?

 

immagine tratta da http://www.florenceprints.com/

Annunci

8 thoughts on ““AMORE A SENSO UNICO” (6° PUNTATA)

  1. Visto che Ernesto ha 36 anni, la madre di Alma è ancora una donna giovane oppure ha una quarantina d’anni però li porta bene?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...