AMORE A SENSO UNICO (III puntata)

                                                                               cordoba02                                                                              “Mi raccomando non vi dimenticate di accomodare le stanze della vostra villa a Siviglia. Sono sicuro che mia figlia rimarrà estasiata nel vedere la sontuosità della sua nuova dimora”.

Juana aveva sentito questa frase mentre passava dallo studio del marito per dirigersi in biblioteca. A quelle parole si era subito fermata e, con uno sciocco pretesto era entrata nella stanza. Seduto davanti la scrivania c’era il conte Ernesto Romero che stava sorseggiando un bicchiere di vino.

“Cara che cosa ci fate qua? Non mi sembrava di avervi chiamata”.

“Infatti sono venuta a cercare il mio ventaglio perché oggi fa molto caldo. Buonasera señor Romero come state?”

Il conte si era alzato e le aveva baciato la mano. Non poteva negare che fosse davvero un bell’uomo oltre che molto elegante. Aveva trentasei anni ma sembrava molto più giovane. Occhi scuri e lunghi capelli castani legati con un nastro in seta di colore verde come la sua bellissima redingote. Sembrava gentile e premuroso anche se aveva uno sguardo burbero.

“Molto bene señora Juana. E’ davvero un onore avervi qui tra noi. Dopo un po’ di tempo una figura femminile rallegra l’atmosfera seriosa che si viene a creare tra due uomini intenti a discutere solo di  questioni finanziarie!”

“Se non sono troppo curiosa potrei intromettermi nei vostri affari?”

“Si stavamo pensando al rinnovamento della mia dimora per…”

Suo marito si era alzato bruscamente e le aveva fatto cenno di retrocedere verso la porta.

“Non credo che sarebbe molto piacevole per voi. Chiamate la vostra cameriera e fatevi portare un altro ventaglio. Ne avete così tanti che sarebbe un inutile perdita di tempo cercarlo qui. E potreste solo annoiarvi con i nostri discorsi”.

Il conte, che aveva avvertito il fastidio mal celato di suo marito, si era nuovamente seduto in silenzio. Juana, che sentiva avvampare le guancie dalla rabbia, aveva nascosto il suo disappunto ed era uscita dopo aver cortesemente salutato l’ospite. Ma quella discussione non sarebbe finita certo lì. Si sentiva offesa solo per il fatto che suo marito si fosse messo a tavolino per decidere il futuro della loro unica figlia. Arrivata in biblioteca si era gettata sul divano in pelle e aveva preso un libro. Non riusciva a leggere. Pensava solo a come aiutare Alma a scegliere quale vita condurre e chi avere al proprio fianco. Il conte era una persona piacevole e affascinante ma quanto interesse poteva avere per una bambina?

Annunci

2 thoughts on “AMORE A SENSO UNICO (III puntata)

  1. Insomma il marito per Alma è già bello e pronto… visto che hai chiesto anche critiche negative, a me pianificare suona troppo moderno come termine in questo contesto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...