LETTERA MARIA TERESA A MARIA ANTONIETTA

SCHONBRUNN, 16 GIUGNO 774

Non so dirvi quanto conforto e quanta gioia mi procurano le voci che mi giungono di lì; il mondo intero esulta. Ve n’è di che: un re di vent’anni e una regina di diciannove, ogni loro azione è colma di umanità, generosità, prudenza e grande saggezza. Né vengono trascurati la religione e i buoni costumi, fattori del tutto necessrio per conservare la benedizione di Dio e contenere i popoli; il mio cuore è olmo di gioia, e prego Iddio che vi mantenga così per il bene dei vostri popoli, per il mondo intero, per la vostra famiglia e per la vostra vecchia madre che con il vostro comportamento state facendo rivivere.

Il mestiere di regina, ed Archinto.

All’inzio del suo regno Maria Antonietta riceve ovazioni ed incoraggiamenti non solo dai suoi sudditi ma anche dalla madre e dal popolo stesso. In lei e in Luigi XVI vedono la speranza di sovrani degni del loro compito. Nessuno, nè nobili nè plebei, si preoccupano della loro giovane età e della poca esperienza a riguardo. Anche con le loro migliori intenzioni, la loro ingenuità giocherà a loro sfavore. Si affideranno alle persone sbagliate che senza alcun scrupolo sfrutteranno il loro potere per trarne solo benefici economici e, addirittura, qualche titolo in più. Abbandonati dai loro più cari, che sesso tramano alle loro spalle, incorreranno negli errori più svariati. Ma tutto sotto la loro buona intenzione, niente è stato fatto con malizia…a differenza di quello che i rivoluzionari hanno voluto farci credere! Una rivoluzione che ha barbaramente sterminato la nobiltà, per poi, paradosso dei paradossi, ristabilire un re, anzi un imperatore che si è coronato da solo…Napoleone…Quanti sbagli ha fatto costui?????Eppure non ha subito nè condanne nè processi. Non è stato decapitato, nè offeso e vituperato… Questa è stata una rivoluzione intelligente???Questo è quello che ci fanno credere i libri di scuola…meditate gente..meditate!!!!m55

AVETE UNA RICERCA, UNA TESI DA FARE SULLA REGINA DI FRANCIA? NON ESITATE A CONTATTARMI!!!!SARA’ UN VERO PIACERE!!!

Annunci

3 thoughts on “LETTERA MARIA TERESA A MARIA ANTONIETTA

  1. si dice spesso- la storia non si fa ne con i se ne con i ma.Mai frase fu piu’ azzecata per questo grande e tragico personaggio che fu la piu’ famosa e denigrata regina della storia del mondo Maria Antonietta.A ben pensarci oggi e secondo alcune mie letture ,la storiografia ufficiale in cui colmo dei colmi nemmeno le enciclopedie si sottraggono anche le piu’ accreditate, ripete su di lei i soliti cliche’ frasi fatte e chi piu’ ne ha piu’ ne metta senza rilevarne una volta per tutte e mettere la parola fine su di lei ,la grande intelligenza sapeva tradurre i poeti piu’ difficili compreso per lei nata tedesca quelli italiani,l’eleganza che se nei primi anni di regno risultava appesantita e sovvraccarica nel periodo sucessivo si riscopri’ in tutta la sua eleganza senza esagerazioni testimonianza ne e’ l’appartamento della monarca a versailles arredato con gusto.A questo aggiungasi la sua innata bonta’ d’animo scevra da intenti studiati e non spontanei come farebbe in effetti un politico e la sua prodigalita’ verso non la cricca di corte ma i piu’ bisognosi questo dico basterebbe ad assolverla e a condannare invece i suoi aguzzini senza possibilita’d’appello.Certo era figlia del suo tempo non priva di diffetti,amava il lusso,gli abiti alla moda e aime’ una passione per le spese esorbitanti prova incontrovertibile pero’ di un modo per fuggire la triste realta’ che la circondava .Disse di lei un critico contemporaneo-in questo secolo di donne nulla vien perdonato alla nostra regina-Noi lettori moderni invece la comprendiamo e l’ammiriamo per il suo coraggio nell’affrontare negli ultimi giorni di vita un carcere talmente duro che all’epoca non fu riservato nemmeno ai delinquenti piu’ efferati.Come si dice in questi casi -molto le sara’ perdonato perche’ molto ha amato ….Cristiano 70 biografie lette -antonia freser ..maria antonietta il viaggio e maria antonietta di francia.

  2. Spesso le rivoluzioni hanno bisogno di un capro espiatorio e Maria Antonietta, l’austriaca – come la chiamavano – lo è stata per i francesi. In realtà nemmeno la madre l’ha appoggiata, spesso nelle sue lettere la criticava aspramente e tutto ciò che voleva da lei era manipolarla affinché facesse gli interessi dell’Austria, condizionando le scelte del suo inetto marito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...