MARIA ANTONIETTA REGINA DI FRANCIA

     Perché scrivere un’altra biografia su una figura storica così tanto studiata? Dal momento che dopo la sua morte (e soprattutto durante l’impero di Napoleone) innumerevoli sono stati gli scritti a suo favore? Chiunque avesse avuto l’occasione di scambiarci una parola o anche solo un attimo dei suoi ultimi giorni di vita, si definisce testimone e  racconta la propria versione. Una prova ne sono le diverse testimonianze, circa venti, del comportamento tenuto dalla regina durante l’assalto a Le Tuileries.  Una dimostrazione d’affetto tardiva e paradossale poiché come lo stesso biografo Stefan Zweig  sottolinea sarebbe bastata per non incarcerare la regina e tanto meno a condannarla alla ghigliottina. 

         Con questa umile biografia il mio intento non è quello di idealizzare Maria Antonietta ma di raccontare la “ragazza” prima e la “donna” dopo, travolta, suo malgrado, da accadimenti storici più grandi di lei. Incoronata regina in un’età ancora acerba rifiuta sin da subito ogni coinvolgimento politico lasciando solo il marito, goffo e maldestro, a governare un popolo affamato di giustizia. Ignara pedina nelle mani di un abile cerchia di nobili, intenti a ricavare continui benefici in cambio della loro viziosa compagnia. Oppressa sin dal suo arrivo da un’etichetta di corte così rigida da non permetterle neppure un attimo di normale intimità. Testarda e cocciuta fino agli ultimi attimi di vita; quanto troppo generosa verso coloro che ne hanno poi decretato la fine. Quindi una donna normale, con i suoi pregi e i suoi difetti, alla quale il destino ha assegnato un compito così grande per un’età troppo prematura. I Rivoluzionari per abbattere la regalità hanno attaccato la loro regina, l’ “autrichienne” (austriaca), ma soprattutto la dignità di una donna. Agli occhi di noi posteri la morte le ha dato quello che la vita le aveva tolto: la semplice umanità’!

Questa sarebbe la prefazione della mia biografia di Maria Antonietta. Un personaggio così interessante quanto misterioso. Calunniato ingiustamente dai suoi contemporanei, osannato poi dai posteri. Dopo svariate letture ho deciso di assolverla dalle sue colpe e capirne le proprie debolezze!

 

 

Annunci

2 thoughts on “MARIA ANTONIETTA REGINA DI FRANCIA

  1. la storia di questa donna cosi criticata dal popolo, ha affascinato molto la mia curiosità, invisa al corte francese e considerata come modello di frivolezze, tutta una vita passata a cercare una ragione per vivere giorno dopo giorno. Considerata forse senza alcuna dignità.Ma forse il popolo cercava troppo da quel’adolescente, catapultata in mondo sconosciuto ai suoi occhi cosi ingenui,si erano dimenticati che qualsiasi uomo o donna chiamato a regnare è umano, questo comporta tutti i suoi difetti e i suoi pregi, le sue forze e le sue debolezze, e l’ amore, quel’ amore impossibile mai vissuto in libertà ma contornato di passione e forza che hanno aiutato Maria Antonietta nei periodi più bui della sua malinconica vita. Ammiro molto quella che è stata l’ ultima regina di Francia perché si è dimostrata una moglie e una madre esemplare, ed esemplare è stato anche il suo coraggio ad affrontare, senza mai abbassare lo sguardo,la morte. Quella morte che è stata troppo crudele con lei, legata ad una tavola di legno e mentre la lama cadeva sul suo regale collo, a quella donna che non bastava se le davi una poltrona su cui sedersi, lei si meritava un trono, quel trono che le è stato veramente negato.grazie e ciao da Romina

    • Ciao Romina,

      parole sacrosante. A volte però nella storia serve un capro espiatorio per rabbie e fustigazioni che esistevano da tempo e il popolo (ma soprattutto la nobiltà che lo aveva armato) ha trovato in quei due regnanti, troppo buoni e creduloni, il giusto bersaglio su cui riversare il loro scontento…ma dopo pochi anni? non un re..ma un Imperatore, Napoleone….Come vedi con la violenza e le barbarie non si risolve proprio niente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...